fbpx
La Badia di Orvieto / Orvieto

James e Philippa


Tutto è iniziato verso marzo dello scorso anno, quando Phlippa tramite la directory Fearless, ha chiesto la mia disponibilità per il suo matrimonio che si sarebbe svolto a settembre. Mi chiese se fossi disposto a fotografare in un posto diverso dalla mia zona (che in quel momento era ancora solo Roma). Il mio stupore fu grande parlando con lei via Skype – ebbene sì, le coppie straniere sono meno sospettose perché il suo matrimonio si sarebbe celebrato a circa 1 km da dove mi sarei trasferito insieme alla mia famiglia da li a poco: Orvieto, in Umbria. Presi questa cosa come un segno del destino. Abbiamo parlato di tutti i dettagli e ci siamo dati appuntamento a qualche giorno prima del matrimonio per scattare qualche foto, visto che avrebbero fatto una piccola tappa nella splendida cornice di Assisi, in Umbria, che ci ha regalato dei scatti bellissimi donandoci un’aurea di storica raffinatezza. Tra uno scatto e l’altro, il tempo è volato, e sia Philippa che James si sono sciolti da qualunque imbarazzo. Come sempre accade a me e Sofia (il secondo fotografo di LightanDreams nonché mia futura splendida moglie alla fine di quello che chiamiamo “engagement“ cioè le foto prematrimoniali, ci siamo divertiti a giocare con la luce insieme alla nostra coppia e a studiare nuove idee. Pochi giorni dopo ci siamo ritrovati a Orvieto per il loro matrimonio. Come sempre abbiamo iniziato dai preparativi: anche in questo caso  entre Sofia continuava a seguire Philippa che si preparava (ha fatto quasi tutto da sola, aiutata solo dalle sue amiche – damigelle), io sono andato a fotografare lo sposo dalla parte opposta della location. La cerimonia si è svolta nel La Badia. Piccolo riassunto storico ;-): questa splendida location, immersa nel verde della campagna Umbra, l’abbazia Orvietana dei SS Severo e Martirio fu fondata nel VI secolo e rinnovata dai monaci cistercensi. Ma l’elemento più spettacolare dell’intero complesso architettonico giunto fino a noi rimane la torre do decagonale voluta da Matilde di Canossa nel 1103. La cerimonia è stata incantevolmente celebrata in parte dai loro genitori e, nelle frasi di rito, dalla loro Wedding Planner con tutto il team Amoretti Wedding. Come tradizione che si rispetti non sono mancate le lacrime. La cena, dopo gli interminabili speeches di tradizione anglosassone, è passata molto più velocemente, almeno per i canoni Italiani Il pezzo forte nei matrimoni Inglesi è la festa che si scatena al ritmo di open bar, balli tradizionali e discoteca.

Featured on Chic & Stylish Weddings